Alle ore 19 di oggi avrà inizio il Google I/O 2018, l’evento annuale più importante per l’azienda di Mountain View. Un evento che permetterà agli utenti ma soprattutto agli addetti ai lavori come sviluppatori di capire la strada intrapresa per il futuro da Google nei suoi sistemi operativi. Anche quest’anno lo Shoreline Amphiteatre di Moutain View farà da palco per il keynote di apertura. Vediamo allora, a poche ore dall’evento, quali saranno effettivamente le possibili novità che Google sarà pronta a svelare.

Android P: il nuovo sistema operativo per gli smartphone

Con ogni probabilità sarà uno dei principali argomenti di tutto il Google I/O 2018. L’azienda di Mountain View lo aveva rilasciato in versione Beta con la prima Developer Preview qualche settimana fa e di certo durante il keynote si parlerà anche di lui. Verranno presentate probabilmente alcune novità che il sistema operativo per gli smartphone possederà e che Google introdurrà durante lo sviluppo dello stesso.

Ricordiamo come Android P non vada, almeno al momento, a rivoluzionare completamente l’interfaccia e le funzionalità viste con Android Oreo. Di fatto Google ha preso tutto quello che finora aveva realizzato e lo ha ridefinito introducendo novità importanti come il supporto ai display con bordi arrotondati, una migliore gestione delle notifiche di messaggistica, API per i sensori multicamera, Video HDR VP9, ma anche la compressione delle immagini in formato HEIF, novità lato sicurezza per le applicazioni ed infine anche miglioramenti nella durata della batteria tramite le funzionalità Doze, App Standby e Background Limits.

Interessante sarà capire (e vedere) se effettivamente Google avrà intenzione di introdurre già con Android P il nuovo Material Design. I primi accenni della seconda generazione dell’interfaccia grafica di Android ma anche di quello che riguarda effettivamente lo stile grafico con cui sviluppare le applicazioni per Android sono già apparsi anche direttamente da Google. Il nuovo Material Design sembrerebbe orientato a ridefinire il concetto di minimalismo affrontato con la prima versione apportando però cambiamenti migliorativi con angoli maggiormente arrotondati sia per gli elementi in generale che per i pulsanti grafici.

Google Assistant: nuove interazioni con l’utente

L’assistente virtuale di Google potrebbe vedere l’introduzione di nuove interazioni con l’utente. Abbiamo visto come lo stesso sia migliorato nel parlare con chiunque lo interroghi sia nel linguaggio sempre più “umano” sia per quanto concerne le azioni che lo stesso è in grado di svolgere. Ecco cheGoogle Assistant è entrato negli speaker smart come anche nelle TV con Android per non parlare poi degli smartphone.

Poche le indiscrezioni sulle novità di Google Assistant ma di fatto siamo quasi sicuri che sarà presente al Google I/O 2018 ed è possibile che l’azienda di Mountain View abbia sviluppato nuove interazioni per gli utenti che potranno “comandare” ancora di più il proprio amico virtuale. Oltretutto quello che ci si attende è la possibilità che vi sia il supporto di Google Assistant anche per set-to-box o anche telecamere di sicurezza e campanelli per le porte sempre più intelligenti.

Wear OS: novità per il futuro?

Google ha cambiato il nome del suo sistema operativo per smartwatch e lo ha fatto cercando di dare nuova vita ad un sistema che effettivamente sta avendo ripercussioni negative sul mercato tech. Gli smartwatch non sembrano andare come dovrebbero o almeno le vendite non sono positive ormai da tempo. Ecco che Google potrebbe in questo nuovo anno introdurre novità per il suo WearOS capaci di dare nuova linfa all’intero ecosistema.

Chiaramente non sono ancora trapelate le possibili novità ma è lecito attendersi l’arrivo di Google Assistant anche sugli smartwatch in modo tale da avere sempre e comunque il controllo di tutto anche dall’orologio e non solo da smartphone. Non solo perché sembra possibile l’arrivo delle risposte vocali alle domande nonché le azioni su smartwatch.

Chromecast con Android TV

Da tempo si vocifera l’arrivo di un nuovo dongle creato da Google. I vari Chomecast e Chromecast 4K Ultra hanno fatto la fortuna e gli utenti continuano ad acquistarli per ottenere funzionalità aggiuntive nella propria TV. Ecco che le ultime indiscrezioni parlano apertamente dell’arrivo di unnuovo Chromecast con telecomando capace di integrare le funzionalità di una vera e propria Android TV ma in un piccolo dongle da unire alla smart TV.

Oltretutto le indiscrezioni parlano anche di una nuova generazione dei classici Chromecast attuali in cui Google avrebbe aggiunto un miglioramento hardware e il supporto al Bluetooth che mancava nelle precedenti versioni.

Tutto il resto: Android Auto e Android Things

Il Google I/O 2018 sarà anche l’evento di Android Auto che verrà aggiornata dall’azienda di Mountain View permettendo una migliore interazione tra lo smartphone e l’auto. Non solo perché sicuramente si parlerà del nuovo Android Things che abbiamo visto ha ufficialmente raggiunto il debutto con la prima versione.

Android Things chiaramente per chi non lo sapesse non è altro che il sistema operativo capace di comandare gli elettrodomestici e tutto quello che riguarda la casa. In questo caso il sistema sviluppato da Google permetterà di rendere ancora più veloce e più facile per gli sviluppatori creare prodotti sempre più smart e dunque intelligenti per la casa.

Google I/O 2018: come seguire l’evento

Il keynote di apertura dell’evento di Google I/O 2018 avrà inizio questa sera alle ore 19 in Italia. Tutti coloro interessati a seguire in diretta live l’evento potranno collegarsi sul canale ufficiale di YouTube oppure potranno leggere gli approfondimenti qui su Hardware Upgrade che pubblicheremo durante la conferenza di Google.

Categorie: PCTelefonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *